PHOTOGALLERY

La Photogallery del MAST ripercorre, attraverso un’ampia collezione di fotografie industriali, la storia e l’evoluzione dell’industria e del lavoro dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri, testimoniandone tutti i cambiamenti storici. L’obiettivo è quello di raccontare attraverso il linguaggio delle immagini il progresso tecnologico, le diverse tipologie di organizzazione aziendale, la gestione delle risorse e i rapporti di leadership.

Dalla sua inaugurazione, avvenuta nell’ottobre del 2013, la Photogallery ha presentato quattro mostre tratte dalla collezione MAST e ospitato due monografiche.

I Mondi dell’Industria, Mondi Industriali 014, Capitale umano nell’industria e Industria,Oggi sono tratte dalla nostra collezione di fotografia industriale. Le prime due raccontano la diversità e la grande ricchezza del patrimonio fotografico industriale attraverso cinque diversi temi: “lavoro, lavoratore”, “area industriale, impianto industriale”, “chiaroscuro”, “visibilità, invisibilità”, “flussi di energia, flusso di traffico, flusso di dati”. La terza, Capitale umano nell’industria, mette in risalto il lavoro dell’uomo nelle miniere, nei grandi impianti delle industrie metallurgiche, meccaniche e nelle fabbriche tessili, ma anche nei cantieri stradali, ferroviari e navali e nelle centrali elettriche, mettendo a confronto strumenti, metodi e condizioni di lavoro dall’Ottocento ad oggi. Infine, Industria, Oggi, attraverso gli scatti di ventiquattro artisti e fotografi moderni, propone una riflessione sulla rappresentazione del paesaggio industriale, ponendo l’accento sui processi produttivi e il loro legame con la società e indagando sui rapporti di forza e sull’influenza dell’industria sull’uomo e la natura.

Emil Otto Hoppé: Il Segreto svelato e David Lynch: The Factory Photographs sono le due mostre monografiche ospitate.

Emil Otto Hoppé: Il Segreto svelato presenta, per la prima volta, le emblematiche immagini sulla seconda rivoluzione industriale riportando all’attenzione del pubblico l’opera del fotografo. La sua collezione è rimasta per lungo tempo nascosta in un archivio fotografico londinese a cui lo stesso Hoppé aveva venduto, al termine della sua lunga e prestigiosa carriera, cinquant’anni del suo lavoro.

David Lynch: The Factory Photographs raccoglie fotografie in bianco e nero che testimoniano la fascinazione dell’artista per le fabbriche, la sua passione quasi ossessiva per comignoli, ciminiere e macchinari, per l’oscurità e il mistero. In un arco di tempo di oltre trent’anni ha fotografato i monumenti decadenti dell’industrializzazione, edifici in laterizio decorati con volte, cornicioni, cupole e torri, finestre e portali imponenti, impressionanti nella loro somiglianza con le antiche cattedrali.

Il curatore della Photogallery del MAST è Urs Stahel.